Una casa di design che vanta una scala rossa sospesa ispirata a un’opera d’arte

Sono passati dieci anni da quando lo studio Michaelis Boyd ha trasformato due piani di un edificio nel cuore di Londra in una casa di design. Una ristrutturazione che ha saputo combinare perfettamente i tratti tipici dello stile georgiano con il design audace influenzato all’arte.

Dopo la prima ristrutturazione, lo studio di architettura con sede a Londra e New York è stato chiamato per ampliare ulteriormente lo spazio integrando un terzo piano. Il risultato è una serie di spazi pieni di luce che fondono il patrimonio architettonico dell’edificio con un senso eclettico di raffinatezza contemporanea e creatività.

La scala rossa è il punto focale della casa

Il punto focale della casa, sia concettualmente che visivamente, è la scala rossa sospesa che collega lo spazio abitativo al primo piano con gli alloggi privati ​​del secondo. Il colore vivace e il design rendono questa scala un elemento architettonico unico e straordinario.

Progettata in collaborazione con Diapo e Webb Yates Engineers, la scala sembra un’opera d’arte scultorea. Infatti, il suo design originale è ispirato all’installazione che l’artista Dos Ho Suh ha realizzato alla Tate Modern, “Staicase-III”.

Gli architetti hanno sostituito il tessuto in poliestere rosso utilizzato dall’artista con metallo traforato, riproducendo le qualità eteree dell’opera senza compromettere l’integrità della costruzione. Questa struttura racchiude tutta la passione dei proprietari per l’arte.

Luce e colori scandiscono i tre piani di questa casa di design

Gli ambienti sono stati mantenuti il ​​più aperti e luminosi possibile. Le pareti interne sono state demolite e sostuite con pareti divisorie in vetro con struttura in acciaio. Inoltre, dove possibile, sono stati aggiunti i lucernari.

La cucina sorge dietro un’altra parete vetrata. Questo modo di dividere lo spazio permette alla luce di viaggiare liberamente in tutta la casa creando volumi interessanti.

Al secondo piano di questa casa di design piena di colori si trovano quattro camere da letto spaziose e uno spogliatoio dall’eleganza minimalista. I bagni hanno un gioco di toni monocromatici bianco e nero, piastrelle geometriche e una vasca da bagno nera in stile vintage, incorniciata dalle porte anch’esse nere.

Il terzo piano, ultimo nato, ospita una zona privata dedicata a tutta la famiglia con soggiorno, sala da pranzo e cucina. Una parete color verde menta con scaffalature grigio scuro mette in mostra la collezione di giocattoli per bambini. In tutta la casa, elementi d’epoca come gli intonaci del soffitto sono giustapposti ad arte con gli arredi della metà del secolo e le collezioni d’arte contemporanea dei proprietari, così come gli stravaganti interventi di interior design di Michaelis Boyd, creatore impegnato nel suo obiettivo, per sfidare le aspettative.

A completare questa casa di design una terrazza minimalista arredata solo con un tavolo in legno con le sue due panche.

Fotografie: Gavriil Papadiotis

 

13 Shares
You May Also Like