Entre-Deux, il sistema porta disegnato da Alfonso Femia per Albed

Albed presenta Entre-Deux la collezione disegnata da Alfonso Femia

Entre-Deux, il sistema porta disegnato da Alfonso Femia per Albed, non è concepita come elemento di separazione, ma di connessione diretta tra gli ambienti.

Un sottile “quadro” definisce l’identità di questa famiglia di porte a battente, dove non esiste il concetto di fronte o retro. Lo stipite diventa un volume e si proietta nello spazio, su uno solo o entrambi i lati, con un profilo dalla sezione leggermente rastremata, oppure con spessore costante, e una profondità di 205 mm, personalizzabile.

Albed reinterpreta il vano porta con Entre-Deux

Dalla forte identità, il quadro è realizzato in alluminio in sei possibili finiture (naturale, champagne, oro, bronzo, titano e nero), in pietra naturale o in legno, e acquista una valenza segnaletica, comunicativa e concettuale, rafforzata ulteriormente in una versione con illuminazione integrata.

Il minimalismo formale di Entre-Deux, adattabile a pareti con spessore compreso tra 125 e 100 mm, si declina quindi in decine di configurazioni possibili e un’ampia gamma di scelta per il pannello porta, in vetro trasparente, satinato, riflettente, a specchio, retrolaccato lucido o satinato, lavorato con pattern o con l’inserimento di tessuti e ancora in legno naturale, tinto o laccato in una pluralità di cromie. Le cerniere a scomparsa, testate per 100.000 cicli d’uso, consentono un’apertura a 180°, dunque a spingere e tirare.

La porta Entre-Deux, nelle sue differenti versioni, ha una dimensione massima di 300 cm di altezza e 100 o 120 cm di larghezza. Nella versione in vetro, infine, consente il montaggio arretrato a filo della cornice, per agire direttamente sull’equilibrio degli ambienti.

Entre-Deux di Albed versione standard

Nella versione standard, Entre-Deux prevede una cornice aggettante in metallo in più finiture, su uno o entrambi i lati. La dimensione massima della porta è di 300 cm di altezza per 100 o 120 cm di larghezza.

il sistema porta disegnato da Alfonso Femia per Albed

Il quadro può essere anche in materiali differenti, come pietra naturale o legno.

Entre-Deux di Albed

La porta, quando in vetro, può essere installata anche al limitare della cornice e non in mezzeria. In questo modo si agisce sugli equilibri tra gli ambienti.

Entre-Deux versione complanare

Nella versione complanare alla parete, la cornice è un semplice segno grafico che evidenzia il vano porta e, con illuminazione, diventa anche segnaletica di sicurezza.

12 Shares
You May Also Like