Shopping da Designitaly

Per il consueto appuntamento con la rubrica Facciamo Shopping, questo mese Silvia Fabris ci accompagna da Designitaly

Il tempo sta cambiando e ci riporta sul divano a sorseggiare le prime tisane, un po’ con dispiacere, salutando ormai l’estate ed iniziando il countdown per le prossime feste.

Andiamo da Designitaly per cercare qualche pezzo per la tavola, o meglio, forse il tavolino, tra bicchieri, tazze e servizi per le visite di cortesia, le chiacchiere del pomeriggio o quei brindisi serali che fanno gioire.

Cos’è Designitaly

Designitaly è un punto di riferimento per il design contemporaneo, raccoglie più di 120 design e 200 collezioni altamente selezionati per tutti i gusti e le esigenze.

tazzina caffè senza manico

Un bel caffè – Si chiama Mediterraneo la collezione firmata da Laudani & Romanelli per la coppia di tazzine alternative che abbiamo scelto, piattino dalla forma irregolare e dalla tazza senza il classico manico, d’altra parte cerchiamo sempre oggetti particolari, non vi pare?

teiera in vetro trasparente

Preferite il thè? – Per il primo freddo allora la scelta ricade su The Hot, una teiera in vetro trasparente soffiato a bocca con filtro in ottone lucidato a mano. Design by Neri & Hu.

bicchieri in metallo argentato

Non il solito bicchiere – Da un’ idea di Kristina Niedderer ecco che nasce Tracy, un bicchiere in metallo argentato, specifico per liquori, rotondo ma che mantiene il suo equilibrio, un oggetto di sobria eleganza capace di distinguersi dagli altri complementi della tavola.

bicchiere per frappè

Per il brunch – un bicchiere per frappè o milkshake è quello di Cristina Celestino ispirato alla Dolce Vita, proprio come il nome della collezione. Si tratta di un elemento colorato, completo di tappo e cannuccia, per una tavola vivace e dal sapore retrò.

calici e bicchieri in vetro soffiato

Calici per brindisi importanti – ma anche bicchieri per tutti i giorni Routine, ricamati con sagome plissè sulla base della superficie in vetro soffiato, portano la firma di Matteo Cibic.

Grazie a Designitaly

Articolo di Silvia Fabris

4 Shares
You May Also Like