Quale pavimento scegliere per il bagno

guida per scegliere il pavimento bagno

Quando si sceglie un pavimento per il bagno, è importante considerare come viene ventilato lo spazio. Se il bagno ha una finestra o una ventilazione forzata davvero efficace, si possono usare materiali di pavimentazione un po’ discutibili come il legno o il sughero.

Cosa chiedere in un pavimento per il bagno:

  • facile da pulire
  • resistenza all’umidità
  • aspetto attraente
  • piacevole al tatto e una sensazione di calore sono sempre benvenute

Tipi di pavimento adatti:

  • piastrelle di ceramica
  • piastrelle di pietra
  • pavimentazione fusa
  • marmoleum
  • vinile
  • pvc
  • con riserva: legno, sughero

Piastrelle di ceramica

Soluzione tradizionale, funzionante e testata nei secoli. Le piastrelle di ceramica vantano una buona durata e una facile pulizia. La pulizia dei giunti è scomoda, quindi tenetela presente quando scegliete la tonalità dello stucco. La tonalità contrastante delle piastrelle e dei giunti può essere un elemento visivo interessante. Tuttavia, qui vale doppiamente la pena di fare attenzione a scegliere il giusto formato di piastrelle per la stanza.

Esistono anche le cosiddette piastrelle di ceramica senza fughe. Il nome è un po’ fuorviante perché sono accoppiati, ma la larghezza del giunto dovrebbe essere di circa 1 millimetro. Richiedono una perfetta preparazione del substrato. In pratica, non vengono usate molto perché i risultati non sono sempre come ci si aspetta. Se siete tentati dall’idea di un pavimento senza fughe, vi consigliamo le piastrelle di pietra, che possono essere fatte in modo veramente senza soluzione di continuità, o un pavimento colato.

Lo svantaggio della ceramica è che è un pavimento duro e freddo. È qui che il riscaldamento a pavimento è veramente apprezzato.

pavimenti più adatti al bagno

Piastrelle di pietra

Un piano con un’esperienza comprovata. È fresco, duro e resistente all’umidità. La capacità di immagazzinare calore può essere usata in modo intelligente, per esempio in combinazione con il riscaldamento a pavimento. La tecnologia attuale permette il taglio di piastrelle di pietra di 1 cm di spessore. Riducendo il peso del pavimento in pietra per metro quadrato, le possibilità di applicazione sono state notevolmente ampliate. Le piastrelle possono essere posate senza giunti.

Puoi scegliere una finitura lucida, opaca o abbronzata. Una superficie lucida è scivolosa, ma resistente allo sporco e la struttura della pietra risalta meglio. La superficie opaca e antiscivolo è trattata mediante sabbiatura della pietra con sabbia o graniglia d’acciaio. La finitura abbronzata è creata bruciando la superficie. La struttura della pietra non si perde come con la sabbiatura. Quando si sceglie una pietra, fare attenzione alla sua porosità. Per esempio, travertino, marmo, granito, ardesia e quarzite sono adatti al bagno. La bellezza della pietra naturale è irripetibile.

Pavimentazione in pietra fusa

La pavimentazione epossidica colata eccelle per la resistenza chimica e meccanica, la facile manutenzione e l’assenza di fughe. Per il bagno, raccomandiamo sicuramente una finitura antiscivolo. Come per le piastrelle e la pietra, è un pavimento duro e freddo, quindi il riscaldamento a pavimento è consigliabile. Inoltre, l’offerta di colori è praticamente infinita. Un bel pavimento in gesso è una soluzione bella e interessante nel bagno.

Marmoleum

Pavimentazione di alta qualità, durevole e facile da pulire con una vasta gamma di colori e modelli. Marmoleum è anche disponibile in strisce larghe. Hanno il vantaggio di un minimo di bordi saldati. Falli posare da un professionista o fai un corso, perché gli errori di posa dei pavimenti sono imperdonabili in bagno. Non raccomandiamo assolutamente la posa di pavimenti flottanti in bagno.

Vinile

Il vantaggio del pavimento vinilico, oltre alla sua resistenza chimica e meccanica, è la pletora di colori e modelli tra cui scegliere. Tuttavia, gli amanti della natura probabilmente pescheranno in acque diverse.

PVC

Facile manutenzione, basso costo, basso valore estetico. Tuttavia, i pavimenti in PVC più costosi non sono un peccato dal punto di vista estetico, quindi se vi piace, sceglieteli. Il PVC può essere una buona opzione per coloro che vogliono cambiare rapidamente l’aspetto di una stanza, la pavimentazione si stanca rapidamente, o vivono in un subaffitto e non ha senso per loro investire quantità maggiori di denaro nella pavimentazione.

miniguida per scegliere pavimento bagno

Legno

Qui raccomandiamo decisamente di non lesinare sulla qualità del legno e della lavorazione. Una buona ventilazione del bagno e un’attenta manutenzione del pavimento sono un prerequisito. La ricompensa è un aspetto naturale e lussuoso del bagno e la piacevole sensazione dei piedi a contatto con il legno.

Il bagno è, tra le altre cose, uno spazio di relax e forse è per questo che il vostro legno merita di essere utilizzato. Scegliere solo legni resistenti all’umidità (per esempio teak o acacia).

Sughero

Il sughero darà anche un aspetto naturale al vostro bagno. La moderazione e la naturalezza dei materiali naturali di qualità creeranno un bellissimo spazio per il relax. Un bagno è fatto per questo, grazie alla sua funzione. Come per il legno, il sughero può essere usato solo in un bagno ben ventilato. La resistenza all’umidità del sughero di qualità è molto buona. Il vantaggio è che il sughero è molto piacevole da calpestare – soprattutto in bagno. Un’installazione di qualità vi farà passare un sacco di inconvenienti, quindi non lesinate nemmeno qui.

26 Shares
You May Also Like