Come riscaldare casa risparmiando energia e denaro

Consigli per riscaldare casa risparmiando energia e denaro

In vista dell’inverno e con il caro bollette, ecco qualche prezioso consiglio per riscaldare casa risparmiando energia e denaro senza rinunciare al comfort.

Sostituire la caldaia esistente con una caldaia a condensazione

Il primo fattore da valutare è certamente la caldaia. Le caldaie a condensazione raggiungono un’efficienza più alta e garantiscono un risparmio energetico oltre che economico. Infatti i costi di riscaldamento si riducono di circa un 30%. In una caldaia tradizionale a gas l’acqua viene scaldata tramite il calore della combustione. I gas di scarico risultanti passano normalmente nella canna fumaria e vengono poi espulsi verso l’esterno. Il risultato è che l’energia contenuta nei fumi del gas di scarico viene persa. Una caldaia a condensazione, invece, sfruttail calore contenuto in questi gas di scarico, che consistono in gran parte in vapore acqueo.

Cambiare i termosifoni

I radiatori moderni permettono di riscaldare casa risparmiando energia e denaro. Infatti, oltre ad essere concepiti con un design decisamente più accattivante, sono realizzati con materiali e tecnologie in grado di potenziare i vantaggi delle caldaie a condensazione e degli impianti a bassa temperatura.

Evitate ostacoli davanti e sopra i termosifoni

Collocare tende, mobili o schermi davanti ai termosifoni o usarli come stendibiancheria  fonte di sprechi in quanto ostacola la diffusione del calore. Per riscaldare casa risparmiando energia e denaro è invece opportuno, inserire un pannello riflettente tra la parete e il termosifone, specie nei casi in cui il calorifero è incassato nella parete riducendone  spessore e grado di isolamento. Anche un semplice foglio di carta stagnola contribuisce a ridurre le dispersioni verso l’esterno.

Fare attenzione alle ore di accensione dei riscaldamenti

E’ inutile tenere acceso l’impianto termico di giorno e di notte. In un’abitazione efficiente, il calore che le strutture accumulano quando l’impianto è in funzione garantisce un sufficiente grado di comfort anche nel periodo di spegnimento.

Dotare il proprio impianto di una centralina di regolazione della temperatura

E’ indispensabile dotare il proprio impianto di una centralina di regolazione automatica della temperatura che evita inutili picchi o sbalzi di potenza. La possibilità di programmazione oraria, giornaliera e settimanale garantisce un ulteriore risparmio energetico. Anche la domotica aiuta a risparmiare: cronotermostati, sensori di presenza, erogatori elettronici permettono di regolare anche a distanza, tramite smartphone, la temperatura delle singole stanze e il tempo di accensione.

Utilizzare un sistema di contabilizzazione del calore

Consente di gestire in autonomia il riscaldamento del proprio appartamento e permette al singolo utente di risparmiare e di pagare solo in base al consumo effettivo. Per usufruirne è necessario installare dispositividi misura del calore sui radiatori o nei tubi di collegamento dell’appartamento all’impianto di riscaldamento centralizzato e valvole termostatiche nei singoli radiatori. La legge ne ha reso obbligatoria l’installazione nei condomini e negli edifici polifunzionali riscaldati da impianto centralizzato.

Installare le valvole termostatiche

Queste apparecchiature servono a regolare il flusso dell’acqua calda nei termosifoni e consentono di non superare, negli ambienti in cui sono installate, la temperatura media dell’intero appartamento, specie nelle stanze esposte a sud.

Infine, non tenete le finestre aperte quando il riscaldamento è acceso, se non per qualche minuto, giusto il tempo di cambiare l’aria.

16 Shares
You May Also Like